Esame del liquido seminale o spermiogramma

Lo spermiogramma è un esame fondamentale nello studio delle cause d’infertilità,uno dei primi esami che viene generalmente richiesto ad una coppia.

Consiste in una  valutazione al microscopio del liquido seminale che permette, all’occhio di un biologo esperto, di stabilire quali siano le  condizioni del seme maschile e di concertare con il ginecologo quale sia la strada migliore da percorrere per risolvere l’infertilità. Vengono valutati alcuni parametri quali la concentrazione di spermatozoi, la loro capacità di muoversi e la morfologia della testa, del collo e della coda.

È preferibile produrre il liquido seminale presso la clinica ma, in alcuni casi, viene permesso di portare il campione da casa. In questa eventualità, deve essere consegnato entro 1 ora. Il personale della clinica vi suggerirà come effettuare il trasporto da casa alla clinica stessa nel migliore dei modi.

Per una corretta valutazione del liquido seminale sono richiesti da 3 a 5 giorni di astinenza. Inoltre, non è consigliato eseguire la valutazione del liquido seminale in casi di recenti episodi febbrili e nel caso di assunzione di antibiotici negli ultimi 3 mesi.

Valori di riferimento di un seminale nella norma secondo il recente WHO (WORLD HEALTH ORGANIZATION) 2009

  • Volume >1.5 ml
  • Numero totale spermatozoi > 39 milioni
  • Concentrazione totale >15 milioni/ml
  • Motilità totale >40 %
  • Motilità Rapidamente Progressiva >32%
  • Vitalità >58%
  • Morfologia > 4 %
  • pH ≥7.2 Leucociti

In base a questi valori:

  • Si parla di Oligospermia quando la concentrazione di spermatozoi è inferiore al valore nella norma
  • Si parla di Astenospermia quando sia la motilità totale degli spermatozoi sia quella rapida progressiva è inferiore a quella di riferimento
  • Si parla di Teratospermia quando la percentuale di spermatozoi con una corretta morfologia è inferiore al 4%
  • Si parla di Azoospermia quando non sono presenti spermatozoi nel liquido seminale