embrione 8a sett.Nell’ambito del Congresso Internazionale ESHRE 2013 , tenutosi a Londra dal 7 al 9 Luglio, abbiamo presentato i risultati della nostra ricerca originale sull’incremento del tasso di gravidanza nelle pazienti affette da endometriosi che  effettuano un pretrattamento nei quattro mesi precedenti  la fecondazione in vitro.

Questa terapia preparatoria serve a mitigare gli effetti negativi che l’endometriosi  causa sia a livello ovarico che nella stessa cavità uterina.

In effetti la paziente affetta da endometriosi è particolare e necessita di un approccio diverso rispetto le altre donnne che affrontano il percorso della fecondazione assistita.

E proprio per questa consapevolezza che abbiamo proposto una trattamento con un farmaco, il danazolo,nei quattro mesi precedenti la fecondazione in vitro.

L’incremento nelle percentuali di gravidanza è stato del 50%.

Questi dati preliminari ci inducono a proseguire la ricerca e  danno una speranza in più alle donne affette da endometriosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *